Diocesi di Concordia - Pordenonelogo
A+ | A-
 Ufficio Famiglia e Vita » In primo piano » Aperte le iscrizioni all'itinerario formativo per operatori di pastorale familiare 

Itinerario formativo per operatori di pastorale familiare   versione testuale


E' noto quanto sia importante formare coppie di sposi e operatori di pastorale familiare competenti, per collaborare con i presbiteri su diversi fronti: l’accompagnamento dei fidanzati, la catechesi battesimale, l’aiuto alle famiglie in difficoltà, nuove forme di evangelizzazione, la vicinanza ai giovani sposi... Per venire incontro a queste esigenze, dal 2013 in diocesi è attivo un percorso biennale di formazione.
 
La prossima settimana residenziale estiva, con la quale coppie e singoli possono iniziare la formazione, si terrà a Roncegno Terme (TN), ad agosto 2020. A questi giorni seguiranno 3 sabati pomeriggio tra ottobre e giugno, un’altra settimana estiva nel 2021 e ulteriori 3 sabati pomeriggio per completare il ciclo.
 
Con l’Itinerario intendiamo offrire una possibilità formativa strutturata a quanti operano o intendono operare nell’ambito della pastorale familiare. Pensiamo in particolare alle coppie di sposi, ma l’invito è esteso anche a presbiteri, consacrati e laici non sposati che credono nella famiglia come via di nuova evangelizzazione e di edificazione della Chiesa. Il percorso è organizzato sinergicamente dalla Commissione per la pastorale della famiglia e dall’Ufficio catechistico, segno di una pastorale integrata in crescita.
 
Ai presbiteri chiediamo di individuare una o più coppie, pensando alle attività della parrocchia/UP/Forania e di sostenere una parte delle spese di partecipazione, perché una persona o una coppia formata è un bene per la comunità. Le spese per il soggiorno dei figli sono comprese nella quota e sostenute da tutti i partecipanti, come segno di condivisione e di riconoscimento che i figli sono un dono per tutti.
 
In calce sono scaricabili la lettera di presentazione, il depliant illustrativo del percorso, e la scheda di iscrizione da inviare all'Ufficio di pastorale diocesano.
 
stampa paginasegnala pagina