Diocesi di Concordia - Pordenonelogo
A+ | A-
 Ufficio Famiglia e Vita » Risorse » Sussidi Testi e Letture » Testi e Letture 

Testi e Letture   versione testuale

Matrimonio e famiglia: teologia e spiritualità
Carlo Rocchetta, Teologia della famiglia, EDB, Bologna 2011.
L'attenzione del pensiero teologico contemporaneo è più focalizzata sul matrimonio inteso come sacramento celebrato che non sulla famiglia e sul matrimonio come stato sacramentale di vita. Se la comunione di coppia è fondata sulla scelta reciproca e sul mutuo consenso, la relazione tra genitori e figli, tra fratelli e sorelle, tra parenti richiede un orizzonte di riflessione più ampio e complesso.Il volume offre una visione d'insieme sulla teologia della famiglia, che aiuti a passare dalla considerazione del matrimonio come atto alla visione del matrimonio come stato di vita sacramentale, fino a delineare le linee-guida di una fondazione teologica della pastorale familiare. Guarda il sommario e le recensioni in http://www.dehoniane.it/edb/cat_dettaglio.php/Teologia-della-famiglia/?ISBN=40826 
 
 
 
 
 
 
 
 
Famiglia, lavoro e società
- Consulta il ricco e sempre aggiornato sito del Forum delle Associazioni Familiari: http://www.forumfamiglie.org
 
- Tieniti aggiornato su quello che accade in Italia e nel mondo seguendo la Rassegna stampa del Forum delle Associazioni Familiari: http://www.forumfamiglie.org/rassegna.php?&pagina=1
 
- Famiglia e società: leggi la relazione di Pierpaolo Donati tenuta al Convegno “La fecondità di Familiaris consortio: da Giovanni Paolo II a Benedetto XVI” (Roma, 25-27 novembre 2011) dal titolo: Il bene comune e l’identità della famiglia. (Donati - Il bene comune e l'identità della famiglia - Roma 2011)
 
- Famiglia e lavoro: leggi due brevi articoli sul pensiero dei coniugi Zamagni pubblicati da Famiglia cristiana:
 
- Famiglia e lavoro: Stefano e Vera Zamagni, Famiglia e lavoro. Opposizione o armonia?, San Paolo, Cinisello Balsamo 2012. «Il tema centrale attorno a cui ruotano le pagine di questo saggio è quello della complessa relazione tra vita familiare e vita lavorativa. Nella letteratura sull’argomento e nel dibattito pubblico contemporaneo questo tema viene reso con l’espressione inglese work-life balance, cioè a dire bilanciamento, conciliazione tra famiglia e lavoro. Siamo dell’idea che si tratti di un’espressione infelice che tradisce una certa impostazione culturale da noi non condivisa. Il termine stesso di conciliazione, infatti postula l’esistenza di un conflitto, quanto meno potenziale, tra questi due fondamentali ambiti di vita, ciascuno dei quali dotato di una sua propria specificità e di un suo proprio senso. Riteniamo invece che non vi siano ragioni di principio che possano far parlare di due polarità tra cui è necessario stabilire pratiche conciliative, perché se è vero che quello del lavoro è anche un tempo della vita, del pari vero è che la vita familiare include una specifica attività lavorativa, anche se questa non transita per il mercato. Si tratta dunque, per un verso, di andare oltre una concezione puramente materialistica e strumentalista del lavoro, secondo cui quest’ultimo sarebbe solo pena e alienazione e, per l’altro verso, di smetterla di concepire la famiglia come luogo di solo consumo e non anche un soggetto produttivo per eccellenza, generatore soprattutto di quei beni immateriali (fiducia, reciprocità, beni relazionali, dono come gratuità) senza i quali una società non sarebbe capace di futuro. È il dualismo (si badi, non la dualità) famiglia-lavoro ad aver veicolato l’idea che le politiche di conciliazione, di cui tanto si va parlando anche nel nostro Paese ormai da diversi anni, dovrebbero limitarsi a mirare, da un lato, a migliorare la produttività delle imprese e, dall’altro, ad accelerare il processo verso la piena liberazione della donna dalla segregazione occupazionale. Ecco perché al termine conciliazione preferiamo quello di armonizzazione responsabile». (pp. 6-7)
 
 
 
- Donati Pierpaolo, La relazione di coppia oggi, Una sfida per la famiglia, Erickson, 2012, pp. 316.
Il volume raccoglie il Rapporto Cisf 2011 sulla famiglia, il documento con cui il Cisf si impegna da oltre vent'anni a fornire una lettura dei problemi della famiglia italiana nell'ottica di un aspetto specifico. In particolare, il rapporto presenta e discute il tema del "fare coppia oggi in Italia", che viene analizzato da un punto di vista demografico, sociologico, psicosociale, psicodinamico e giuridico. Vengano presentati nel dettaglio i risultati di una ricerca originale del Cisf su un campione nazionale rappresentativo delle coppie italiane.
 
L'obiettivo è capire come queste vivano le loro relazioni intime e gli scambi con il mondo esterno, quando siano soddisfatte del loro rapporto e quando invece non lo siano, anche alla luce del modo di intendere la famiglia e la presenza dei figli.
 
Nell'evidenza i motivi che rendono felice, o viceversa problematica, la vita quotidiana della coppia, emergono i fattori che provocano conflitti a suo interno, si comprende perchè aumenti l'incapacità di stabilire legami significativi e duraturi e cosa possa aiutare i giovani e i meno giovani a vivere una relazione che sia una risorsa per la crescita personale e la creazione di beni comuni.
 
Il Rapporto affronta questi problemi in una prospettiva di analisi e di valutazione imparziale dei dati, attraverso una visione umanizzatrice delle relazioni familiari, per non ridurle ai solo aspetti puramente utilaristici e emotivi.
 
 
 
 
 
Famiglia ferita
- Leggi il testo della relazione tenuta da Raffaella Iafrate sulle conseguenze di separazioni e divorzi nei figli e il possibile intervento educativo: “Educare alla vita buona del Vangelo in una famiglia spezzata” (Iafrate - Educare in una famiglia spezzata - Salsomaggiore 2011. PDF
 
 
- Leggi il testo della relazione di Carlo Rocchetta sull’atteggiamento della comunità cristiana nei confronti dei separati e dei divorziati risposati e sul discernimento nelle varie situazioni: “La Chiesa Madre e Maestra per i coniugi in difficoltà (cf. FC 33): dalla luce teologica alle scelte pastorali (Rocchetta - separati e divorziati risposati - Salsomaggiore 2011. PDF)
 
Fidanzati
R. Bonetti – G. Gillini – M.T. Zattoni, L’acqua e il vino: verso Cana. Corso a fascicoli per la preparazione al sacramento del matrimonio, Effatà, 2009. Una valigia per partire alla grande verso l'avventura del matrimonio! Il corso di preparazione al matrimonio contenuto in questa valigia è pensato come una miniera di 47 fascicoli per un totale di 22 possibili incontri con i fidanzati scegliendo, a seconda della dimensione del corso che si propone, quali utilizzare e quali lasciare alla formazione personale della coppia che chiede il sacramento. L'edizione si compone di: 1 fascicolo per la guida degli incontri; 23 fascicoli stampati in rosa per lei e 23 fascicoli stampati in blu per lui.
stampa paginasegnala pagina