Diocesi di Concordia - Pordenonelogo
A+ | A-
 Home Page » In evidenza » Comunicazioni del Vicario Generale 

Comunicazioni del Vicario Generale   versione testuale

   

COMUNICAZIONI DEL VICARIO GENERALE

DELLA DIOCESI DI CONCORDIA-PORDENONE

Aggiornate a venerdì 15 maggio 2020.

 

Attività estive, don Davide Brusadin con le Pastorali Giovanili del Triveneto sta lavorando per dei protocolli che permettano alcune attività estive nelle nostre comunità. Non sarà (è evidente a tutti) possibile fare le cose come gli altri anni, ma qualcosa cercheremo di mettere in atto.

 

Per presentare le linee progettuali entro cui poter lavorare, vi invita a un incontro di presentazione sulla piattaforma ZOOM:

-      mercoledì 20 maggio con le foranie di Basso Livenza, Alto Livenza, Maniago e Pordenone;

-      giovedì 21 maggio con le foranie di Spilimbergo, San Vito, Azzano X e Portogruarese.

Ieri vi è arrivata la mail che spiega meglio come partecipare all'incontro.

 

Mercoledì 13 maggio, il Vescovo ha incontrato i vicari foranei insieme ai vicari episcopali. È stato un momento di ascolto e di condivisone del vissuto personale e pastorale di questo tempo; abbiamo anche guardato al futuro.

 

A partire da lunedì 18, giorno dopo giorno, con un calendario già fissato, ci sarà la congrega, la riunione delle varie foranie, con la presenza del Vescovo e del Vicario generale. Sarà importante per camminare insieme

 

I vescovi del Triveneto hanno affrontato la questione della Santa Messa del crisma. Non è stata presa una decisione unitaria per le varie diocesi, tanto diverse tra loro. Il nostro Vescovo ha posto ieri la questione alla riunione dei Vicari. Si è deciso di non realizzare questa celebrazione, che dovrebbe avvenire comunque prima della Pentecoste (31 maggio), in quanto nella situazione presente condizioni troppo condizionata e parziale rispetto alla sua natura e alle sue finalità.

 

Si è pensato ad un importante evento diocesano nel mese di settembre, come momento di ringraziamento e di ripartenza,

 

Grazie ai preti e ai diaconi che hanno dato il loro contributo al Fondo diocesano di solidarietà. Cercheremo di fare tutti la nostra parte. Grazie a tutte le altre persone che hanno fatto arrivare il loro aiuto. È un segno importante per la Chiesa diocesana. Per questo stiamo cercando di coinvolgere le nostre comunità e di sensibilizzare persone, enti, istituto bancari, aziende. A breve uscirà un volantino. Nelle riunioni foraniali spiegheremo il funzionamento concreto del Fondo, per riuscire ad intervenire in maniera rapida ed efficace.

 

N.B. Come già per i sacerdoti della diocesi della parte veneta, che sabato saranno sottoposti al test sierologico, così anche i sacerdoti della parte friulana nei prossimi giorni saranno contattati per effettuare il test. Ciò è motivato dal fatto che come pastori siamo a contatto con molte persone: sottoponendoci al test intendiamo esercitare con responsabilità la nostra parte di cittadini oltre che di ministri di culto o di operatori della carità.

 

stampa paginasegnala pagina