Diocesi di Concordia - Pordenonelogo Dove siamo
Home
A+ | A-
 Caritas » Notizie in primo piano » Servizio Civile in Caritas 

Servizio Civile in Caritas Diocesana   versione testuale


Fai una scelta diversa!

 
Caritas Diocesana di Concordia-Pordenone cerca 4 giovani residenti in Italia,
di età compresa fra i 18 ed i 29 anni non compiuti, che desiderano impegnarsi aderendo al progetto Abitare la comunità.
 
Il servizio prevede un impegno di 25 ore settimanali,
per la durata di 12 mesi, in attività di accompagnamento sociale,
educative e di animazione.
È previsto un compenso mensile pari a 433,80 €.
 
CONTATTACI PER INFORMAZIONI:
tel. 0434 546811
 
 
SCADENZA BANDO IL 17 OTTOBRE 2019

Gli aspiranti operatori volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL), raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone, all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it. Le domande di partecipazione devono essere presentate entro e non oltre le ore 14.00 del 17 ottobre 2019.
 
Ulteriori informazioni sul sito del Servizio Civile Universale.
 
 
 
“ABITARE LA COMUNITÀ”
UN PROGETTO NATO PER VIVERE E FAR VIVERE MEGLIO
 
Casa Madonna Pellegrina è un luogo che da sempre accoglie nuclei familiari in difficoltà. Con questo progetto si vuole andare oltre il concetto di semplice “ospitalità”, grazie ad un percorso personalizzato che consentirà alle famiglie di raggiungere la propria autonomia.
 
Al volontario del Servizio Civile chiediamo di affiancare gli operatori sociali per il raggiungimento dei seguenti obiettivi:
 
1. accogliere e accompagnare persone che vivono un disagio abitativo attraverso:
- inserimento ed accoglienza dei nuclei familiari
- accompagnamento nella gestione della casa e degli spazi comuni
- organizzazione di momenti di incontro e scambio fra vari nuclei familiari
- attività di doposcuola
 
2. sostenere percorsi di autonomia e di integrazione socio-abitativa attraverso:
- definizione di un programma individualizzato relativo alla gestione economica familiare, alla ricerca del lavoro e di un’abitazione autonoma
- incontri periodici fra famiglia e assistente sociale
 
3. sensibilizzare, animare e formare la comunità locale, per incentivare il volontariato territoriale attraverso:
- organizzazione di eventi presso Casa Madonna Pellegrina, coinvolgendo il vicinato (cena di contrada, teatro, attività di animazione)
- ricerca e inserimento di volontari a supporto delle famiglie
- organizzazione di un convegno sul tema del disagio abitativo
- testimonianze dei volontari del Servizio Civile sulla propria esperienza a fianco delle famiglie
 
 
OBBLIGHI DEGLI OPERATORI DEL SERVIZIO CIVILE
Gli operatori volontari dovranno partecipare ai vari percorsi formativi organizzati anche al di fuori della stessa regione, provincia e comune ove si svolge il proprio progetto (es. incontro nazionale giovani in Servizio Civile); partecipare a momenti di verifica periodica dell’operato, anche attraverso la compilazione obbligatoria di questionari on-line.
 
 
stampa paginasegnala pagina